Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Martino Lunghi [? - XVII sec.]

Da “Poesie de’ signori Accademici Fantastici di Roma” [1637]

[Il pallone.]

   Questa, ch’in sen di cuoio alma ha di vento,
industriosa macchina leggiera,
forse è di novo mondo imago vera,
di superbo ludibrio alto istrumento.
   L’arte, che ancora mirabilmente altera
negli scherzi si mostra, ebbe ardimento
qui dentro imprigionare un elemento,
e di membrane edificar la sfera.
   Questa, or umile a’ colpi or baldanzosa,
lieve in aer dal gioco erra vagante,
se stabil nel suo centro il mondo posa;
   onde il globo dagli omeri pesante
sottragga Alcide e con la man famosa,
scotitor d’altro mondo, irrida Atlante.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it