Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Autori anonimi [XVII sec.]

Da un manoscritto della Biblioteca Vittorio Emanuele III di Napoli
II
[Zitella romanesca ritrosa.]

   — Oimè, che fastidioso! andate in là,
non vi vollio baciare, signor no!
Che ci credete forse? Oh guarda un po’
costui com’è sfacciato! Oh via, in che dà?
Orsù, andate via, lasciate sta’,
ch’io non fo queste cose; oh, via, mò;
che sì, che sul mustaccio io vi darò
una pianella; io non ci voglio fa’.
Se non andate via, io grido a fé,
e lo dirò a mia ma’, e allora qui
più non verrete e vi dirà il perché.
Più presto un’altra volta o un altro dì...
Come sète ostinato! In quanto a me,
credo con tutte voi fate così.
Pure volete, eh sì.
Uh, poveraccia me! oh, via, su,
io voglio fa’, per non sentirvi più!




5




10




15


poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it