Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Sonetti
LVI
In lode di Faustina.

   Quand’Amor prima in voi questi occhi aperse,
perch’io sacrassi a le future genti
il vostro nome, il suon de’ primi accenti
FAUSTO principio a le mie rime offerse.
   Ma poi che l’alma accesa in voi scoperse
il chiaro sol de le virtuti ardenti,
restâr gli spirti miei gelati e spenti,
là onde pria sì bel pensiero emerse.
   Ma per se stesso il vostro onor già sale
dove non giunse mai la gloria antica,
che non ha pregio al merto vostro eguale;
   ché s’una n’ebbe d’onestà nemica
già Roma, e spiega ancor sua fama l’ale,
che fia di voi sì bella e sì pudica?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it