Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Sonetti
LI
Nel cominciare a discorrere d’Amore nella Accademia Eterea.

   Se giŕ di crudo incendio il petto ardesti,
di duol fero ministro e di martěri,
se dal penoso cor gravi sospiri
e lagrime dagli occhi, Amor, traesti,
   or convien che benigno i tuoi celesti
raggi in me spieghi e vital foco inspiri;
e di tua gloria sol voci e desiri
ne la lingua e nel sen mi formi e desti,
   tal che s’arso e trafitto un tempo i’ dissi
come saetti un cor, come l’incendi,
e quanto il tuo velen diletti e giovi,
   or possa dir come dal ciel discendi,
e, la terra scorrendo e i ciechi abissi,
ogni cosa creata informi e movi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it