Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Sonetti
XLV
Suppliscano gli occhi, se la lingua manca.

   O nel silenzio ancor lingua bugiarda,
dove son le promesse e gli ardimenti?
Com’esser può che ’n tante fiamme ardenti
la ministra del cor seco non arda?
   Alor ti stai via più gelata e tarda,
ché con guardi amorosi e cari accenti
par che madonna accenni ai miei tormenti
quella mercé che tua viltà ritarda.
   Ma se muta se’ tu, sien gli occhi nostri
loquaci e caldi, e ’n lor le sue profonde
piaghe e l’interno duol discopra il core.
   Non è sì chiuso o sì segreto ardore,
ch’un ciglio a l’altro nol riveli o mostri
là dove Amor vera eloquenza asconde.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it