Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Sonetti
XXVIII
Duolsi che la sua donna non pensa in lui com’egli pensa in lei.

   Luce che ten fuggisti, ah, sì repente
notte agli occhi lasciando, al cor sospiri,
là ’ve per altro ciel con altri giri
fai de l’occaso mio lieto oriente;
   deh, se del tuo bel sol l’alba lucente
vien, che ’n virtù d’un pensier caldo i’ miri,
perché tu gli occhi or di pietà non giri
verso il penoso mio fosco occidente?
   Qui mi vedresti al re de’ fiumi l’onde
crescer piangendo, o tanto aver sol morte
d’appresso, quanto i tuoi begli occhi ho lunge.
   Ma che giova pregar chi non risponde?
Qual di tanti sospiri, empia, ti giunge,
che trovi aperte del tuo cor le porte?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it