Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Sonetti
XXI
Dalla fierezza della sua donna crescere amore in lui.

   Può dunque il vostr’orgoglio e i miei tormenti
far a tanta beltà rubello il core?
Ah, pria raddoppi ogni mio strazio Amore,
e sien, donna, più tosto i miei dì spenti.
   Da que’ be’ lumi a incenerirmi intenti
piovete pur, fera mia fiamma, ardore,
e ’l ciglio armando d’ira e di furore
avventatemi al cor fólgori ardenti.
   Ché dal bel viso anco lo sdegno acquista
un rigor che ’nnamora, e par che spiri
dolcezza che pietà ne l’ira apporte.
   Toglietemi la vita e non la vista,
che lieto sosterrò, pur ch’io vi miri
(se, chi vi mira, può morir) la morte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it