Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Sonetti
VIII
Donna che fu pietosa, e ora è crudele.

   Pietà, ch’un tempo alto soccorso desti
al cor, quand’empia donna il punse e strinse,
e là dove mortal bellezza il vinse
pura scendendo, e l’alma e ’l duol vincesti;
   se que’ semi d’amor ch’ivi spargesti
né lungo esilio, ove ’l destin mi spinse,
né freddo verno mai di sdegno estinse,
o pur venti d’invidia e d’ira infesti,
   or che da un ciel sereno aura benigna
spira, e voglie leggiadre e desir casti
a più lieta stagion l’alma rinverde,
   perché fuggi crudel? Tu che ’nfiammasti
mio cor, tu resti spenta? Ahi, ria matrigna
d’amor, che ’l seme nutre e ’l fior disperde.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it