Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Madrigali
CLIII
Mascherata delle Virtù contr’Amore.

Noi siam maghe innocenti,
ch’a voi rechiam salute,
fascinate d’Amor alme perdute.
Al sacro mormorar de’ nostri carmi
trema d’Amor lo ’nferno
e negli ombrosi mirti
fuggono i ciechi e faretrati spirti.
Il sol per noi s’oscura; il sol ch’eterno
vi par che splenda e giri
in duo bugiardi lumi.
Per noi de’ vostri pianti e de’ sospiri
stan fermi i venti e i fiumi.
Che più? Noi siamo ancor di trar possenti
dai sepolcri amorosi i cor già spenti.
Sappiam con che mal arte e con che larve
quest’empio un’alma inganni, un core stringa,
come infetti e dipinga
di coperto veleno
e di finta pietate il viso e ’l seno
di cruda Circe e di sirena infida
col dolce suono amaramente ancida.
Correte, anime inferme,
ecco ’l tiranno inerme,
per noi; vostro sia il frutto, a noi la gloria
basta di sì leggiadra, alta vittoria.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it