Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Madrigali
CXXX
Beltà di Clelia Farnese.

Clelia, al suon de la fama,
che divina e mirabile v’appella,
nel mio caldo pensier formai l’idea
de la bellezza, e quella
mirando, i’ mi credea
veramente mirar la beltà vostra;
ma l’occhio e ’l ver mi mostra
che ’l vostro grido e ’l mio pensier vincete,
e che de la beltà più bella sète.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it