Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Madrigali
LXIX
Morte soccorsa.

Era l’anima mia
già presso l’ultim’ore
e languia come langue alma che more;
quand’anima più bella e più gradita
volse lo sguardo in sì pietoso giro,
che mi ritenne in vita.
Parean dir que’ bei lumi:
— Deh, perché ti consumi?
Non m’è sì caro il cor ond’i’ respiro
come se’ tu, cor mio.
Se mori, oimè, non mori tu, mor’io.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it