Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Madrigali
LVII
Amante invitto.

Come non cangia stile
il mio destino ingiurioso e fero,
così non cangerò voglia o pensiero.
Saetti pur fortuna:
indarno ogni sua forza incontra ’l core
di fede armato aduna:
ché dove spinse Amore
suo dolce aurato dardo,
ogni altro strale è rintuzzato e tardo.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it