Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Madrigali
XXXVII
Core in farfalla.

Una farfalla cupida e vagante
fatt’è il mio cor amante,
che va, quasi per gioco,
scherzando intorno al foco
di due begli occhi, e tante volte e tante
vola, e rivola, e fugge, e torna, e gira,
che ne l’amato lume
lascierà con la vita al fin le piume.
Ma chi di ciò sospira,
sospira a torto, ardor caro e felice:
morrà farfalla, e sorgerà fenice.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it