Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Madrigali
XXXIII
Amante timido.

Cor mio, tu ti nascondi
a l’apparir del nostro amato sole?
E innanzi a sì bel foco
mi lasci freddo e fioco,
quando a formar parole
per domandar mercede,
l’anima tormentata ardir ti chiede?
Che paventi codardo?
Fuggi tu forse il folgorar del guardo,
per fuggir il tuo fato?
Non sai morir beato.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it