Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Sonetti di diversi all’autore
III
De’ signori Accademici Innominati di Parma. In risposta di quello che comincia: Stilla in parte de l’Alpe orrida e dura.

   Così fa chi da Febo ognor procura
a sé gloria, che quel di ch’egli abonda
per natura e costume ei par ch’asconda,
ond’altri il tragga con più larga usura.
   Non ha bisogno mai d’altrui coltura
vostro saper, ch’avvien ch’or si diffonda
qual vena d’un bel fonte alta e profonda
e coi confin del cielo abbia misura.
   Noi fin qui senza nome e in picciol regno
per voi siam chiari e grandi; ond’anco istoria
ne tessa quei che gli altrui fatti stende.
   Talché si dica poi: — Mirabil pegno
d’onor, ch’un pellegrin vita e memoria
dona a’ stranieri e più per sé n’attende.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it