Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Sonetti
XCVIII
Agli Accademici Innominati, nell’entrare in quella accademia.

   Stilla in parte de l’Alpe orrida e dura
poca sì, ma ben nata e lucid’onda,
e sterpi e sassi inutilmente inonda
senz’onor, senza nome, inculta, oscura,
   fin che l’accoglie altrui pietosa cura
o in terma o in fòro o in piaggia, e la circonda
d’illustri marmi e rende alta e feconda
e chiara d’arte più che di natura.
   Tal nel suo nido il mio negletto ingegno,
fin qui d’errore, or pellegrin di gloria,
spirti famosi, al vostro albergo scende,
   ove de’ vostri fregi è fatto degno
d’esser a parte, e se n’adorna e gloria,
né senza nome Innominato splende.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it