Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Battista Guarini [1538 - 1612]

Rime [1663]
Sonetti
LXXI
Sopra il parto d’una gran donna.

   Qual empio nume il tuo valor previde,
e sì fausto natale a tardar venne?
Ma forse avvien che così il fato accenne
l’alte tue glorie, a cui tardando arride.
   Così già contra il glorioso Alcide,
al nascer suo, l’empia matrigna ottenne;
e pur egli, che ’n terra il ciel sostenne,
fu dal ciel sostenuto, ed ella il vide.
   Dunque, parto fatal, ch’ancor non nato
con questo augurio il tuo gran seme illustri,
nasci, poiché cotanto il ciel t’onora.
   Né temer già che non provegga il fato
al tuo valor d’alte fatiche illustri,
che ben il mondo ha per te mostre ancora.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it