Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Agostino Augustini [? - XVII sec.]

Da “Sonetti morali” [1669]
III
Orologio da sole figurato in marmo: all’uomo perché impari di condursi vivo al sepolcro.

   Questo sasso montano, a cui sul dorso
passeggian l’ore a picciol stilo intorno,
poiché compìto han le fugaci il corso,
serve di pietra sepulcrale al giorno.
   Fatto il suo sen di tante linee adorno,
mirasi tomba oscura al dì trascorso;
ma il dì non more, che del tempo a scorno
di novo allenta a le carriere il morso.
   Mortal, tu senti: questa vita è un die;
dopo poch’ore, che disperde il vento,
termina un sasso fral le tue follie.
   Se unito al giorno hai di tornar talento
a ricalcar di questo ciel le vie,
ti sotterra col dì vivo, e non spento.

2: passegian > passeggian.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it