Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Francesco Bracciolini [1566 - 1645]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
I
Contro l’amor profano.

   Sotto un bel viso un cor superbo e stolto,
e tra candide spoglie anima impura
chi si sente d’amar, l’indegna arsura
dal cor si scota e ’l vergognar dal volto.
   Però che quanto a nobil laccio avvolto
bello e dolce è languir d’ardente cura,
non ha furia peggior l’ombra più scura
d’amor mal nato a vil cagion rivolto.
   E chi picciola ancor verga nascente
non isterpa dal sen l’empia radice,
cresce a gran giorni altera pianta e forte;
   e cresce sì, che non è poi possente
impeto di ragion dominatrice,
né di svellerla ha forza altro che morte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it