Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Lorenzo Casaburi Urries [? - XVII sec.]

Da “Le quattro stagioni” [1669]
VII
A begli occhi neri. A richiesta del signor don Giuseppe Mastrilli Gomez.

   Occhi neri, occhi belli, or quale avrete
nome, che ’l vostro esprima alto valore?
Bruni lapilli io non dirò che siete,
se i dì fausti per voi mi segna Amore.
   Calamite non già, mentre sapete
a me rapir, del ferro in vece, il core;
fosche stelle né pur, poiché potete
di mia stella cangiar l’aspro tenore.
   Direi ch’abbia la notte in voi soggiorno,
se non sapessi ben che solo io vissi
per voi sereno e sempre lieto giorno.
   Se miei soli ecclissati io dirvi ardissi,
folle sarei, ch’anco del sole a scorno
mi sa vita recar la vostra ecclissi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it