Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Antonino Galeani [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
13
Essorta alla considerazione della morte.

   Amanti, il corso è breve e ’l Tempo ha i vanni,
la Parca ha ’l ferro, e debil fil ci tiene;
siam frali, e fra drappelli di sirene
siam molli, e tra falangi di tiranni.
   Son del diletto uman figli gli affanni,
de le dolcezze eredi son le pene,
la libertade è fabra di catene,
e ’l mondo ordisce gioie e tesse inganni.
   Foste scopo d’Amore, e fêste Amore
scopo ai vostri pensieri; omai pensate
ch’altro arco sta per iscoccarvi al core.
   Face non più, ma falce orror v’apporte;
ferètro, non faretra; e certi siate
ch’ancor san cangiar l’armi Amore e Morte.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it