Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Gennaro Grosso [? - XVII sec.]

Da “La cetra” [1650]
II
[I santi Innocenti.]

   Per accordar d’alti profeti il canto
spargono afflitte madri alte querele,
mentre i bambini lor, per man crudele,
solcan felici un ocean di pianto.
   Essi prenci immortali ergonsi in vanto,
poiché morte lor dà prence infedele;
veggonsi a quelli insanguinar le tele,
perché tinto ne l’ostro abbian l’ammanto.
   Vuol piccioli Amoretti il nume amante
per far ch’entrino al ciel, regno divino,
ché picciolo è del ciel l’uscio prestante.
   Si denno in vero, e con fatal destino,
pargoletti vassalli a un rege infante,
guerrier fanciulli a capitan bambino.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it