Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ludovico San Martino d’Agliè [1578 - 1646]

Da “Rime varie” [1610]
4
Bella donna invecchiante.

   Invido Tempo, come t’affretti
quella beltà rapir che imperiosa
die’ legge a mille cori, e baldanzosa
già compartir solea pene e diletti.
   Ahi, come volta miro a novi oggetti
d’amatori la turba, e più vezzosa
giovinetta crescente ed amorosa
in dono offrir idolatrante i petti.
   Pria di natura don, danno del Tempo,
bellezza, or fatta sei; già fiamma, or gielo;
sospirata non più, ma sospirante.
   Ahi, che senza il tuo fasto or qui mi celo
derelitta d’umor vano stillante,
ché sol giova beltà colta per tempo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it