Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ludovico San Martino d’Agliè [1578 - 1646]

Da “Rime varie” [1610]
3
Bellezza caduca.

Questa vana beltà, beltà fugace,
de l’età giovenile
in un pompa superba e fregio umìle,
da noi s’invola e fugge,
come giel che si strugge.
Solo quella beltà s’eterna e dura
che a più bella virtù bel corpo indura.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it