Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Alfonso Antonini [1584 - 1657]

Da “Rime” [1615]
CXXVI
In morte del signor Giovanni Strasoldo.

   Alma gentil, ch’a rimirar da presso
le vaghe stelle e i cieli, in ciel volasti,
ove la nobil mente anco levasti
da questo mondo a contemplar sì spesso;
   or che salir là su ti fu concesso,
ove dal tuo natal sempre anelasti,
poiché tanto qua giù le stelle amasti,
stella sarai tra l’altre anco tu stesso.
   In tanto volgi a rimirar i rai
talor qua giuso, e del tuo breve ecclisse
i nostri pianti e ’l fiero duol vedrai;
   se pur tener l’altere luci fisse
può colà su dal cielo in terra mai
chi da la terra in ciel sempre le fisse.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it