Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Alfonso Antonini [1584 - 1657]

Da “Rime” [1615]
CI
Primo dì de l’anno.

   Carco di spoglie e di rapine onusto,
e domati del mondo i dì tiranni,
domato anch’ei dal domator degli anni,
ecco, Silvia, cader l’anno vetusto.
   Ma del fecondo cenere combusto
un altro si rinova ai nostri danni.
Ecco, già vive; ecco, già spiega i vanni,
se ben fanciul, sovra l’età robusto.
   Così non fuggon per l’eterno calle,
anzi restano pur per nostra soma
le lor reliquie in quest’angusta valle.
   Ben tu tosto ’l vedrai; che, da lor doma,
avrai del peso lor curve le spalle,
de la cenere lor bianca la chioma.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it