Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Alfonso Antonini [1584 - 1657]

Da “Rime” [1615]
C
In morte d’un vescovo.

   Il pio pastor, che la smarrita greggia
tra le pugne d’orror resse cadente,
e là dove celeste april verdeggia
l’alme al pasco divin trasse sovente,
   vinto da la crudel che tiranneggia
quest vita mortal, cadde repente.
Cadde, e risorse; e la celeste reggia
ride, e la terra è vedova e dolente.
   Forman tra queste fosche ombre e latebre
le sparte mitre a la notturna bara
del vinto vincitor trofeo funèbre.
   E, squarciatosi il crin, di doglia amara
a versar fiumi ogni or da le palpèbre,
Virtù dolente impoverita impara.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it