Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Alfonso Antonini [1584 - 1657]

Da “Rime” [1615]
LXXVI
Bella piangente.

   Ti veggio pur le porporine gote
di molli perle ricamar, Licori,
ch’aspro dolor dai ricchi lumi fuori
con importuna man prodigo scuote.
   Giri con meste e languidette rote
i bei fonti de’ pianti e degli amori;
e, sfogando col cielo i tuoi dolori,
frangi in singulti le dolenti note.
   Che spettacolo novo? E di che tempre
conformi un giorno a la mia vita ria
te miro, che mi sei contraria sempre?
   Ma troppo, ahi, varia č la cagion che invia
il pianto, onde il tuo cor par che si stempre.
Tu piangi l’altrui morte, et io la mia.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it