Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Alfonso Antonini [1584 - 1657]

Da “Rime” [1615]
LXXII
Inamoramento spiegato in nova forma.

   Nel senato amoroso e trionfante
de le bellezze d’Amarilli altera
si propose consulta empia e severa
del mio cor contumace e ribellante.
   Diceano a prova: — È ben ragion che pèra
un giovinetto core non amante. —
— Se sprezzò dolce offerta e lusinghiera,
provi la forza invitta e debellante. —
   Al fiero suon de la sentenza udita
sbigottito il mio cor fuggì dal petto,
e la rocca lasciò de la mia vita.
   Quinci pien di spavento e di sospetto
(fuga tradita sì, ma pur gradita)
fra gli stessi nemici ebbe ricetto.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it