Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Alfonso Antonini [1584 - 1657]

Da “Rime” [1615]
XLVII
Nel medesimo soggetto.

   De la nostra vittoria aventurata
ogni vela a ragion s’alzi e si gonfi.
De’ magnanimi fabri, ond’č formata,
ogni schiera, ogni stuol goda e trionfi.
   Vola il barbaro pin per l’onda odiata;
e i venti, che, stridendo, i lini gonfi
spargon per l’alto mar de l’empia armata,
spargon tutto i suoi vanti e i suoi trionfi.
   Preme il legno fedel le squadre arciere
degli sparsi cadaveri natanti,
e l’onde solca del lor sangue nere.
   Tal vada ogni empio, e chi le vele erranti
move a la preda altrui rapaci e fere,
resti preda de’ mostri in mar vaganti.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it