Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Alfonso Antonini [1584 - 1657]

Da “Rime” [1615]
XXXVI
Baci mordaci.

   Sparsa aveva la chioma oscura e folta
la Notte a’ rai de l’argentata arciera;
tacean le trombe, e sotto l’aria nera
sol gian le guardie con le stelle in volta.
   Avean queste mie braccia in lor raccolta
la mia bella d’Amor nuda guerriera,
e la lingua beata prigioniera
ne la bocca di lei giacea sepolta.
   Quando a un tuon di bombarda ella repente
strinse le perle candide e mordaci,
e timida ferimmi et innocente.
   Amor, convien che tra le squadre audaci
di Marte e tra ’l guerrier ferro nocente
sian nocenti e guerrieri infino i baci.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it