Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Alfonso Antonini [1584 - 1657]

Da “Rime” [1615]
XXVII
Aurora.

   Entrava in campo e spargea in preda al vento
già l’insegna di rose in lei l’Aurora;
e con l’armi dorate uscia già fuora
il Sol guerrier dal matutino argento.
   Scoccava i raggi il biondo arciero intento
ne l’ampia squadra che la notte indora.
Languian le stelle saettate alora,
o fuggian di paura e di spavento.
   Quando ne l’arme alteramente involta
la mia guerriera lampeggiando apparve
con l’aurea chioma ai zefiri disciolta.
   Tosto la pompa d’Oriente sparve,
e ’l celeste guerrier, la luce accolta,
da guerriera mortal vinto mi parve.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it