Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Francesca Bufalina [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
4
Torna in villa.

   Lieto boschetto alteramente adorno
di verdi abeti e d’odorati allori,
ov’a sfogare i miei gravi dolori
così per tempo solitaria torno;
   l’aria soave e l’armonia che intorno
forman gli augelli ai matutini albori,
e ’l mormorio dei cristallini umori,
mi lusingano a far con voi soggiorno.
   E dico: — O care e fortunate piante,
de le mie pene secretarie antiche,
sentite ’l suon de le mie note amare.
   Augelli e voi, ch’in un con l’aura errante
meco piangete, e voi, chiar’onde amiche,
date col pianto mio tributo al mare.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it