Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Francesca Bufalina [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
1
Alle compagne, ove sta a diporto.

   Aure, che così dolce mormorando
gite fra l’ombre de le piante amene
ove dimoro, e per sfogar mie pene
solinga i giorni miei ne vo menando;
   tenere erbette, in cui m’assido, quando
vo intrecciando di fior varie catene;
limpide linfe, e voi, minut’arene,
con cui le doglie mie vo numerando;
   dite voi quanti sono i miei lamenti,
e le lagrime sparte, ond’irrigate
sète da questi lassi occhi dolenti;
   e voi, romite mie selve beate,
e voi, soavi armoniosi venti,
fate fè del mio duol, voi lo spiegate.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it