Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Domenico Benigni [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
10
Si raccomanda a Maria Vergine.

   Io sempre trovo il mio pensier presente
il dì che fu principio a nuova vita;
e per memoria l’alma sbigottita
par che piangendo ognor tremi e pavente.
   Ma in bene oprare ancor salda la mente
vede la prima via del ciel smarrita,
e se dal novo error celeste aita
in suon non la richiama alto e possente,
   io già comincio a disperar la sponda,
ché mal può legno frale et agitato
salvo per sé fuggir l’ira de l’onda.
   Tu (se merta pietade un core ingrato),
stella del mare, il corso mio seconda,
et innalza le vele a miglior fiato.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it