Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Domenico Benigni [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
9
Chiede pietà a Dio.

   Il tempo vola, e il dì non puote ir lunge
che men grave far suol miseria umana;
et io nulla curando, orma lontana,
strada corro che me dal ciel disgiunge.
   Padre, se la pietà, che il sen ti punge,
di che vive qua giù vita mal sana,
in me non desta tua virtù sovrana,
già l’antico avversario al cor mi giunge.
   Tu suo corso interrompi, e pria che morte,
Signor, prenda di me l’ultima palma,
la mia trista solleva e dubbia sorte.
   Ché di tua santa man fattura è l’alma,
che oppressa giace, e per vie lunghe e torte
tornar de’ pure a te questa salma.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it