Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Domenico Benigni [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
8
In lontananza della sua donna.

   L’aura che spira sì soavemente,
quasi spirto gentil di paradiso,
per la dolce memoria di quel viso,
che sì mi piacque, ancor stammi presente.
   Se più sereno il cielo in oriente
scorgo, od altrove tal farsi improviso,
colà, dico, Madonna il dolce riso
lampeggia, e nel pensier trema la mente.
   Stella non vidi mai dopo quel giorno,
che fu principio a tanti miei martìri,
che io non dicessi: è questo il viso adorno.
   Dolci pensieri, Amore, in van mi spiri,
se tosto l’aura a me non fa ritorno;
ché fia breve la vita et i sospiri.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it