Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Domenico Benigni [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
6
Partenza di bella donna.

   Poiché lungi da me l’aura gentile,
che rasserena il ciel quando è turbato,
col suo fiato soave e temperato
altrove porta il dilettoso aprile,
   qui d’intorno ogni riva inculta e vile
langue, priva del suo spirto odorato,
né più trovan quest’occhi oggetto amato,
ch’ogni cosa mortal cangiato ha stile.
   L’alta virtù di quei begli occhi adorni,
che di fiori vestir puote il terreno,
rasserena lontani altri soggiorni.
   E s’a tanto dolor non vengo meno
è perch’io so che doppo i freddi giorni
torna con l’aura dolce il ciel sereno.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it