Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Domenico Benigni [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
4
Recidiva in amore.

   Quando da l’armi tue securo e franco
viver credeami, Amor, quest’ultimi anni,
lasso, come è tuo stil, mi ricondanni
con grave duolo a sospirar pur anco.
   Sotto il tuo giogo il core oppresso e stanco
teme, come augellin, novelli inganni,
e, rimembrando i già passati affanni,
la speme, onde si nutre, ognor vien manco.
   E che fia che mi scuse e mi diffenda,
se vinto caggio, ove piangendo io scorsi
già la mia morte e mia ragione intenda?
   Tu ben mi chiami al primo gioco, e forsi
fia ch’amico di me cura ti prenda,
ma troppo in pianto i giorni miei son corsi.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it