Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Carlo Bocchineri [? - XVII sec.]

Da “Raccolta di sonetti d’autori diversi ed eccellenti dell’età nostra” [1623]
5
Nel medesimo soggetto.

   Ascoltatemi voi, reliquie estinte
del mio buon Carlo, in questa urna sepolto,
e tu m’ascolta, eletto marmo e scolto,
de le due chiare e belle aquile avvinte.
   Più lieve assai mi fia veder dipinte
di pietà voi, che ’l disdegnoso volto
che di giel, di diaspro insieme accolto,
ha le viscere sue cinte e ricinte.
   Sol a me de le due bramate luci
si nega ’l sol; cerch’io però sotterra
fra le ceneri altrui qualche scintilla.
   Femminil crudeltà, dove m’adduci
fra i sepolcri a bramar vita tranquilla
e breve aita da insensibil terra?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it