Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ferdinando Donno [1591 - 1649]

Da “La Musa lirica” [1620]
Affetti platonici
IX
La bella ebrea.

   Per tôr la gloria al gran signor di Delo,
ed arricchir di novo sol la terra,
stese il braccio Natura, e ’ncastra e serra
duplicato pianeta in breve cielo.
   Virtù gli diè che d’amoroso telo
recasse a l’alme irreparabil guerra,
grazia gli diè ch’ovunque ei gira ed erra
spargesse il ciel d’un luminoso velo.
   Da l’Idea più sublime e più lucente
di bellezza e splendor prestogli il vanto;
e l’ascese tra noi chiaro, eminente.
   Sì gli lavasse l’alma alto torrente!
com’egli appar sotto leggiadro ammanto
mirabil mostro al secolo corrente.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it