Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Ferdinando Donno [1591 - 1649]

Da “La Musa lirica” [1620]
Affetti platonici
V
La bella cucitrice.

   Siede, Aracne novella, e ’n sottil lino
(studio più bel de’ vergini d’Olanda)
nobil ricamatrice or tragge, or manda
serico nastro in raro arnese fino.
   Qui punteggia d’amor pinto augellino,
ivi arboscel, ch’in aria i rami spanda,
qui di leggiadre foglie un rio ’nghirlanda,
Amor colà nel rio siede vicino.
   E mentre il braccio stende e parte e punge
de la tela amorosa il puro seno,
strana guisa di pena al petto aggiunge.
   Coś d’esserle a canto avessi almeno,
com’ella, mentre il lin passa e trapunge!
Tra quelle punte l’anima vien meno.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it