Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Mamiano [? - XVII sec.]

Da “Rime” [1621]
17
Nel medesimo suggetto.

   La lingua tacerà, donna, il dolore
che mi traffigge atrocemente il petto;
e perirà, dal vostro imperio astretto,
taciturna d’Amor vittima il core.
   Ma temo poi che non risplenda fuore
da questo acceso ed infiammato aspetto
la fiamma mia, sì che l’ardente affetto
scorga ciascun del mio racchiuso ardore.
   Che se ben non veggiam restare anciso
altri dal foco, a noi palese appare
da l’arse vesti e incenerito viso;
   così ch’in me talora i lumi gira,
sicuro a pien de le mie doglie amare,
dice: «Questi d’Amore arde e sospira».




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it