Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Giovan Battista Mamiano [? - XVII sec.]

Da “Rime” [1621]
12
Chiome.

   Già lasciava la notte il fosco velo,
e, fra tenebre e luce, incerto ancora
il dì spuntava, e la vermiglia Aurora
d’esser giunta temea dal dio di Delo;
   quando da la prigion d’un bianco velo
l’innanellato crin, che i dardi indora
al faretrato arcier, disciolse a l’ôra
Filli, ed arse d’Amor la terra e il cielo.
   Temendo in paragon vergogna e scorno,
non ardì de le sfere il sommo duce
mostrare il crin, benché di luce adorno.
   Stupido chiese il mondo: «E chi m’adduce
il lume?». Ella volgendo i lumi intorno,
l’emispero illustrò con doppia luce.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it