Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Cristina Dudley Paleotti [1650 - 1719]

Da “Poesie italiane di rimatrici viventi” [1716]
VI

   Quando questa dal cielo, allor sì bella,
alma discese, e prese umana scorza,
ebbe sua libertade, e, senza forza,
del ben, del mal non era, oprando, ancella.
   Questa, pietoso Dio, se, frale anch’ella,
cede al nemico rio, tu la rinforza;
e le potenze ree aita, e ammorza
ogni empia fiamma di virtù rubella.
   Unito a bon voler, dàlle vigore,
se in virtù dell’arbitrio ella fa dono
di sé liberamente a te, Signore.
   E mentr’io, china avanti il tuo gran trono,
t’offro, pentito de’ suoi falli, il core,
non pensar qual io fui; mira qual sono.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it