Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Cesare Giudici [1634 - 1724]

Da “La bottega de’ ghiribizzi” [1794]
Sonetti giocosi
XXXVI
Amante risentito.

   Donne, vi lamentate, e pure io faccio
tutto ciò che può fare un uom da bene;
tratto in ogni occasion come conviene,
vi servo, vi regalo, e soffro e taccio.
   Voi conoscete ch’io son preso al laccio
e ch’al vostro servizio Amor mi tiene,
ma che sì, se l’umor matto mi viene,
che tutte a la malora un dì vi caccio.
   Sin che avete un tantin di discrezione
un amante fedel mai non si stacca,
e spende con pazienza e con ragione.
   Ma quando sente che la borsa è stracca,
e che volete metterlo in giubbone,
può con riputazion voltar casacca.

10: stanca > stacca. 11: metter > metterlo.





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it