Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Cesare Giudici [1634 - 1724]

Da “La bottega de’ ghiribizzi” [1794]
Sonetti giocosi
XXXII
Mercato amoroso.

   Più non s’usa a la moda a far l’amore
con ossequi, con vezzi e con inchini,
non si fa cortesia senza quattrini,
e si mette a l’incanto ogni favore.
   Si ride di chi piange e di chi more,
di chi fa canzonette e taccuini;
bianco petto, occhi neri e biondi crini
oggi han poco concetto e men valore.
   Gabelliere è Cupido, e più davanti
a le pupille sue non tien le bende,
ché vuol veder se pagano gli amanti.
   A caro prezzo ogni carezza ei vende,
contenti egli non dà senza contanti:
tanto si gode sol, quanto si spende.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it