Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Poesie [1622]
Madrigali
3
Donna ch’inaffiava i fiori di sera.

La mia leggiadra Nice
perché rimira languida et accesa
per gli ardori del sol l’erba infelice,
or le porgo in difesa
di ruggiadose stille onda gelata,
et a me la spietata,
ch’al sol de’ suoi begli occhi ho ’l cor di cera,
oimè ministra ogni or fiamma più fera.
Così, adoprando or l’acque, ora gli ardori,
dona vita a le piante e morte ai cori.
poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it