Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Poesie [1622]
Sonetti
61
A monsignor Tiberio Cenci, alludendo alle sei lune dell’arma.

   Questa tre volte geminata LUNA,
che ne lo scudo tuo, signor, lampeggia,
lunge ogni astro crudel, solo in ciascuna
degna stanza del ciel ponga la seggia.
   In nuvoloso ciel mai non si veggia
chiusa da fosco vel d’ombra importuna,
e di fraposta terra unqua non deggia
patir eclisse ingiuriosa e bruna.
   Sempre piena sfavilli, e s’opri in vano
per far cader sì viva luce estinta
di tessalico carme in canto estrano.
   E se dêe d’altra macchia esser mai tinta,
essa sia omai su ’l ciel del Vaticano
sol di macchie di porpora dipinta.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it