Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Poesie [1622]
Sonetti
53
Per un dottorato.

   Di torto, inestricabil labirinto,
per strade oblique et aspero sentiero,
tu drizzasti le piante, alto guerriero,
senza punto temer di restar vinto.
   E di nobile ardir l’animo cinto,
secundando d’Astrea saggio l’impero,
per te, Teseo più fortunato altero,
cadde de l’ignoranza il toro estinto.
   Ora a sì dubia impresa et a cotanto
sparso sudor ne l’opra, ecco risponde
ella co ’l lauro e co ’l pregiato ammanto.
   Il bel Metauro intanto alza e confonde
co l’aure e l’onde di bei cigni il canto
per te, lucido sol de le sue sponde.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it